Vittoriale

Il "Vittoriale degli Italiani" è una cittadella monumentale che si estende per circa nove ettari. 
Il poeta Gabriele D'Annunzio l'allestì fra il 1921 e il 1938 grazie alla collaborazione con l'architetto Gian Carlo Maroni al quale affidò il compito di chiudere le sue "memorie in una custodia di pietra" riservandosene l'addobbo. Circondò con una cerchia di mura un complesso di edifici ai quali si giunge attraversando vie e piazze. 
Subito dopo il doppio arco d'ingresso affacciato sul Lago di Garda, è il grande Anfiteatro sede di una prestigiosa stagione teatrale (1500 posti), che comprende un nuovo spazio per mostre temporanee a tema. Due piazze, l'Esedra e la piazzetta Dalmata, conducono:

  • alla Prioria.
  • all'edificio degli Archivi dove sono conservati i manoscritti dannunziani;
  • all'Ala di Schifamondo che comprende:
  • l'Auditorium 
  • il Museo di Guerra 

La prua della Nave Puglia che, donata dalla Marina Militare nel 1925, è incastonata su un'altura e arricchita da una Vittoria alata, opera dello scultore Renato Brozzi. 
Sul colle più alto il Mausoleo, sepoltura di d'Annunzio e dei legionari fiumani. Edicole votive, fontane e viali alberati fanno del Vittoriale un Museo all'aperto di notevole estensione

Booking online
INFO